Podologia & Postura

Socialize

  • Facebook
  • Twitter

PIEDE DIABETICO

È noto che i diabetici siano pazienti ad alto rischio per gravi complicanze, tra le quali le patologie a livello del piede, sia di origine vascolare sia per la presenza di neuropatia, sia di origine mista ( piede neuro-ischemico).

La definizione di piede diabetico del gruppo di studio del Piede Diabetico della SID è  “ Piede con alterazioni anatomo-funzionali determinate dall’arteriopatia occlusiva periferica e/o dalla neuropatia diabetica”. Dunque per piede diabetico si intende non solo il piede ulcerato o infetto, ma anche il piede privo di lesione e a rischio ulcerazioni.

L’entità del problema è rilevante, se si considera che al mondo è stimata la presenza di oltre 150 milioni di diabetici, destinati approssimativamente per il 15% dei casi a sviluppare nel corso della vita una lesione al piede; di questi una percentuale ancora troppo elevata va incontro ad interventi chirurgici demolitivi, ossia ad amputazioni minori (parte del piede) e maggiori (gamba/coscia).

Si stima che tale amputazione potrebbero essere sensibilmente ridotte (fino al 50%) se si mettessero in atto misure di prevenzione, che consistono nell’educazione del diabetico alla semplice cura dei suoi piedi e nello screening dei fattori di rischio del piede diabetico.

Sulla base di quanto sopra, il centro di PODOLOGIA E POSTURA propone giornate di sensibilizzazione con screening gratuito del piede diabetico al fine di individuare tempestivamente i pazienti ad alto rischio effettuando così una opportuna prevenzione primaria.

L’identificazione dei fattori di rischio del piede diabetico mediante lo screening che noi eseguiamo, permette quindi di inquadrare in modo semplice, rapido e poco costoso i nostri pazienti consentendo di determinare l’eventuale presenza di neuropatia e/o arteriopatia diabetica, anche in assenza di lesioni e di mettere in atto misure:

• REVENTIVE quali l’educazione del paziente e la prescrizione di calzature adeguate, specie se in presenza di deformità ossee ed alterazioni della biomeccanica del piede.
•  CURATIVE in presenza di pre- ulcerazioni o lesione del piede.
• DIAGNOSTICO/TERAPEUTICHE mediante ulteriori accertamenti e provvedimenti secondo riscontro clinico.